Oikos
Centro di ricerche e analisi indipendente
Ricerca
Comunità, identità, cittadinanza, appartenenza.
Analisi
Idee, istituzioni, fenomeni, storie.

Aggiornamenti recenti

Gli Ultimi Articoli

Quel “Noi” che sfreccia sul pavé

di Giulio Sessa

– I mesi compresi tra luglio e ottobre 2021 sono stati caratterizzati da trionfi italiani in ambito sportivo che entrano a pieno titolo nella storia, sia per il loro valore assoluto, sia per l’incredibile succedersi di eventi vincenti che neanche i più ottimisti tra gli appassionati e i giornalisti specializzati avrebbero potuto prevedere.

Read More

Il dilemma irrisolto tra diritto e morale: ripensare lo Stato “etico”?

di Miriam Rocca

Ritorna attuale, forse perché mai veramente risolto, il grande dilemma, affrontato in ogni epoca, del rapporto esistente tra diritto e morale e della necessità o meno di uno Stato ”etico” di hegeliana memoria, nel senso di organizzazione politica che tuteli la vita, prima ancora che la libertà. Nella storia delle filosofia politica, un problema simile ci porterebbe fino a Hegel, se non addirittura a Platone. E se fossero le Sacre Scritture a fornirci, oggi, una possibile indicazione da seguire nella soluzione di questo dilemma?

Read More

Alle origini della sociologia di Ludwig Gumplowicz

di Alessandro Della Casa

– Benché agli albori della sociologia ne sia stato uno dei più influenti teorici, tanto da essere annoverato da Gaetano Mosca tra i precursori della dottrina della classe politica, l’ebreo polacco Ludwig Gumplowicz (1838-1909) è caduto nell’oblio, complice una lettura approssimativa delle sue opere. Per le cure di Federico Trocini, escono finalmente “Gli scritti giovanili di Ludwig Gumplowicz. Questione ebraica e questione nazionale in Polonia (1864-1875)” (Mucchi, Modena 2021).

Read More

Se il conflitto delle identità scavalca la lotta di classe: le sinistre europee secondo Bruckner

di Giusy Capone

Nel libro “Un colpevole quasi perfetto. La costruzione del capro espiatorio bianco” (Guanda 2021), Pascal Bruckner dimostra come le sinistre europee, fagocitate dai propri estremismi, abbiano ormai rimpiazzato la classe operaia con le minoranze etniche “dominate” contro i bianchi “dominanti” ed “eterosessuali”, che avrebbero la colpa di essere occidentali, cristiani, ebrei. E il vecchio “progressismo” è diventato “oscurantismo”.

Read More

L’Acropoli sfigurata e la fine della “visione romantica”

di Francesco Colafemmina

“Andiamo cimento!”. È un’espressione che i greci usano per imitare l’italiano, ma che in greco sta per “al posto della sabbia, il cemento”. Qualcosa di analogo è capitato all’Acropoli che dopo qualche millennio di ghiaia e argilla ha visto comparire nel dicembre scorso amabili passerelle di cemento armato color tortora.

Read More

È ancora possibile un’Europa libera da economicismo e secolarizzazione?

di Giusy Capone

La “Germania segreta”, al centro dell’ultimo libro di Giovanni Sessa (“L’eco della Germania segreta. Si fa di nuovo primavera”, Oaks Editrice, 2021), non è il mitologema della “Deutschland” intesa dalla memoria collettiva: è una comunità ideale di poeti, di saggi, di artisti e di pensatori; una zona franca di contrapposizione e resistenza alla contemporaneità secolarizzata ed economicista. Essa possiede il disegno evocativo della visione e dell’immagine e rinvia ad un’Europa possibile.

Read More

On the importance of prudence in politics

By Brett Bourbon

Regardless of the various theoretical rejections and displacements of the concept of prudence in the history of ideas, prudential thinking remains a necessary element of political life, a necessity often most apparent when it is absent.

Read More

Giorgia Meloni e quel “Noi” politico della destra italiana

di Francesco Colafemmina

– Il fenomeno editoriale “Io sono Giorgia” va ben al di là della solita autobiografia del leader politico, poiché ridisegna il profilo della destra che aspira a governare l’Italia nel 2023. Ma su quali basi ideali e culturali? Giorgia Meloni evoca spesso il “Noi” politico, ma sarà davvero in grado di trasferire questo “Noi” dalla mera narrazione alla costruzione comunitaria di un nuovo fenomeno politico? E con quali riferimenti culturali?      

Read More