È ancora possibile un’Europa libera da economicismo e secolarizzazione?

di Giusy Capone

La “Germania segreta”, al centro dell’ultimo libro di Giovanni Sessa (“L’eco della Germania segreta. Si fa di nuovo primavera”, Oaks Editrice, 2021), non è il mitologema della “Deutschland” intesa dalla memoria collettiva: è una comunità ideale di poeti, di saggi, di artisti e di pensatori; una zona franca di contrapposizione e resistenza alla contemporaneità secolarizzata ed economicista. Essa possiede il disegno evocativo della visione e dell’immagine e rinvia ad un’Europa possibile.

Read More