Se il conflitto delle identità scavalca la lotta di classe: le sinistre europee secondo Bruckner

di Giusy Capone

Nel libro “Un colpevole quasi perfetto. La costruzione del capro espiatorio bianco” (Guanda 2021), Pascal Bruckner dimostra come le sinistre europee, fagocitate dai propri estremismi, abbiano ormai rimpiazzato la classe operaia con le minoranze etniche “dominate” contro i bianchi “dominanti” ed “eterosessuali”, che avrebbero la colpa di essere occidentali, cristiani, ebrei. E il vecchio “progressismo” è diventato “oscurantismo”.

Read More

È ancora possibile un’Europa libera da economicismo e secolarizzazione?

di Giusy Capone

La “Germania segreta”, al centro dell’ultimo libro di Giovanni Sessa (“L’eco della Germania segreta. Si fa di nuovo primavera”, Oaks Editrice, 2021), non è il mitologema della “Deutschland” intesa dalla memoria collettiva: è una comunità ideale di poeti, di saggi, di artisti e di pensatori; una zona franca di contrapposizione e resistenza alla contemporaneità secolarizzata ed economicista. Essa possiede il disegno evocativo della visione e dell’immagine e rinvia ad un’Europa possibile.

Read More